Il ristorante 99piatti di L’Aquila

Created with Nokia Smart Cam

Torno or ora da un pranzetto al ristorante 99piatti di L’Aquila.

Il vezzeggiativo è d’obbligo, perché il mio primo, la gricia, è stato davvero delizioso, ma non certo abbondante. Ammetto che non assaporavo da tempo qualcosa di così squisito, complici anche i sapori forti che non sono stati lesinati: la salsetta con il pecorino, in particolare, meritava davvero.

La squisita gricia
La squisita gricia

La carbonara della mia amica, pur essendo buona, non ha raggiunto vertici di perfezione come questa gricia di altri tempi.

La rosa di primi fra cui scegliere era parecchio contenuta e molto, molto classica. Evidentemente il ristorante deve il suo nome alla tradizione aquilana sul numero 99 più che alla varietà del proprio menu.

La carbonara
La carbonara

Il ristorante mi è sembrato troppo costoso per ordinare anche il secondo, che pure avrei mangiato volentieri.

Nonostante la cortesia e la pazienza della ragazza che ha preso le ordinazioni e che si è recata più volte ad informarsi in cucina per ottemperare al meglio ai nostri desideri, ho in forte antipatia l’abitudine, presente anche al 99piatti, di snocciolare il menu a voce: i prezzi hanno la loro importanza! Non sono tempi, questi, per ordinare a buio.

Sfacciatamente, ho chiesto quanto sarebbero costati gli straccetti di pollo: 12 euro.

Created with Nokia Smart CamUn po’ troppo per i miei gusti.

Meglio un contorno di patate, tra l’altro piuttosto ordinarie, che pure, con i loro 4 euro, non sono certo regalate.

Non sono elementi sufficienti per aver le idee chiare su un locale. Dovrei tornarci per assaggiare antipasti, secondi, dolci.

Created with Nokia Smart CamNel frattempo, non posso non notare con piacere l’ampio open space e la parete adibita a camino che trasmette un’idea di intimità rafforzata dal fatto che, oggi, gli avventori erano davvero pochi. Anche per questo, nessuna difficoltà di parcheggio nello spoglio cortile interno.

Nient’altro da dire: oggi mi sento apatica. Forse quegli straccetti avrei dovuto prenderli comunque.

Tatatatà...
Tatatatà…
...il conto!
…il conto!

AMBIENTE: 7/10

CORTESIA: 7/10

QUALITA’ DEL CIBO: 8/10

GENEROSITA’ NELLE PORZIONI: 6/10

RAPPORTO QUALITA’- PREZZO: 6/ 10

Precedente Come donna innamorata di Marco Santagata (14/2015) Successivo Il ristorante Il salone dei granai di L'Aquila