Il ristorante El garagol a Marotta (PU)

Pesaro 181Il ristorante El Garagol di Marotta è adatto ad ogni tasca…e le nostre, dopo quattro giorni di vancanza intensi e spensierati, erano piuttosto vuote.
Di El Garagol ci incuriosivano il nome, la posizione di eccellenza nella classifica di Tripadvisor, la location stessa, sul lungomare di Marotta, ma è stato decisivo uno sguardo al menu del giorno.
L’idea vincente del locale, infatti, è quella di affiancare ad un menu a la carte vario e succulento determinate proposte a prezzi calmierati che variano di giorno in giorno.
Per il 7 dicembre erano previsti ciavattoni allo stoccafisso e tagliatelle alla marinara, seguiti da un piatto freddo con sei diverse specialità di mare per soli 20 euro pro capite.

Ciavattoni allo stoccafisso del ristorante El Garagol
Ciavattoni allo stoccafisso del ristorante El Garagol

Potevamo rinunciare a favore della già preventivata pizza?
Abbiamo trovato il tavolo già apparecchiato per sei, anche se avevamo specificato che le bimbe non avrebbero consumato nulla ed è stata una delicatezza assai gradita. Tutti i tavoli delle due sale, e non erano pochi, erano occupati da persone festanti; ci siamo predisposti ad un’attesa che presupponevamo lunga con tranquillità, curiosando sulle proposte dei giorni successivi.
Se fossimo stati in zona, avremmo sicuramente prenotato ancora tre o quattro cene a El Garagol prima di Natale, tanto eravamo allettati dai diversi menu.
Le tagliatelle alla marinara, ricchissime di crostacei e funghi di mare, ci hanno raggiunto mentre ancora stavamo ammirando le luminarie del locale: le abbiamo trovate molto buone.

Tagliatelle alla marinara del ristorante El garagol di Marotta
Tagliatelle alla marinara del ristorante El garagol di Marotta

Ignoravamo che cosa fossero i ciavattoni (una sorta di rigatoni giganti) e non avevamo mai assaggiato lo stoccafisso, quindi non sapevamo proprio che cosa aspettarci dal secondo primo: l’aspetto assolutamente appetitoso del piatto ha fiaccato sul nascere ogni diffidenza e ci siamo goduti davvero de buon cibo.
L’eccellenza, però, doveva ancora arrivare, e ci si è concretizzata davanti sottoforma di un ricco piatto di antipasti freddi, che, come avevo già piacevolmente notato al ristorante California, qui a Fano vengono serviti dopo le pietanze calde.Pesaro 179
Ho cominciato subito con i gamberi in conchiglia su salsa rosa, che trovo irresistibili, poi mi sono confrontata con gli altri sapori. Tendo sempre a lasciare alla fine il gusto che più mi attrae, ma stavolta ho dovuto piluccare tutto prima di accorgermi che, a parte un’insalatina di puntatine con alici salate, ingredienti che non ao , ogni altra tipologia di pesce meritava l’attesa.
Lo scettro va a un mantecato di baccalà adagiato su un ottimo sformato di patate, ma lo spada affumicato con lacerti di radicchio, l’insalatina di polipo con broccoli e patate e le pannocchie al limone meritano tutti un ex aequo al secondo posto.
Pesaro 183La cena si è conclusa con un ottimo sorbetto e con un conto senza sorprese.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Precedente Una rotonda sul mare a Senigallia (AN) Successivo Il museo di rievocazione storica a Mondavio (PU)