L’Hotel Ave di Chianciano Terme (SI)

Hotel Ave, soggiorno soave.
Se fossi il proprietario dell’albergo in cui ho soggiornato a Chianciano, adotterei questo slogan e ne farei un punto di forza della struttura.
L’Hotel Ave, infatti, condivide con la gran parte delle strutture ricettive di Chianciano fogge vetuste.
Negli anni del boom industriale, quando i primi villeggianti addussero a pretesto le terme per godersi qualche settimana di assenza giustificata  dagli impegni familiari, a Chianciano si costruì molto.
Poi gli albergatori hanno fatto cartello, decidendo di non ammodernare, se non parzialmente, solo se necessario.

La mia camera all’Hotel Ave di Chianciano

L’Hotel Ave non sfugge all’assioma: alcune camere, a quanto leggo, sono ancora vecchieggianti.
Non posso censurare in nulla, invece, quella a me attribuita: il mobilio è spartano ma capiente, il bagno più ampio della media, il letto comodo, la temperatura confortevole.
L’Hotel Ave si trova fra i palazzi di una strada in salita; noi abbiamo parcheggiato in strada, ma, ai lati della struttura, ci sono posti auto riservati.
La hall è un tuffo nel passato: saloni con i divani, televisione da vedere tutti insieme, gruppi di anziani clienti attorno al bar interno alla struttura a chiacchierare, sorseggiare caffè, leggere il giornale, giocare a carte.
Noi non ci siamo lasciati sedurre dalla convivialità che ci circondava e abbiamo abbandonato la nostra camera solo per i pasti.
A stupirci non è stata tanto la colazione, piuttosto ordinaria, quanto la cena.


Era in corso una serata a tema con cucina tipica toscana. Abbiamo trovato un ricchissimo buffet di salumi locali, verdure e deliziosi frittini che da solo sarebbe valso l’intero pasto.
Due primi: zuppa di legumi e sedanini all’aretina (ossia con salsina rosa ai funghi e macinato).
Sella di cinta senese per secondo.


Spettacolare la torta chiancianese, dall’aspetto assai dimesso: quando si apre l’involucro di pastafrolla che la ricopre, la torta svela un’anima cremosa dall’inconfondibile sapore di amaretto. Me ne sono servita un godurioso bis.
E non escludo di bissare presto il soggiorno all’Hotel Ave di Chianciano, sistemazione economica e funzionale a due passi dall’incanto della Val d’Orcia.

Per conoscere le strutture in cui ho soggiornato, clicca qui.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

 

Precedente Pienza, la città perfetta, e la Pieve di Corsignano (SI) Successivo Il ristorante Il loggiato a Bagno Vignoni (SI)