L’Hotel International a Gabicce Mare (PU)

Parcheggiando vicino all’Hotel International di Gabicce Mare, ho notato un magnifico belvedere con vista rapinosa sul Monte San Bartolo e sulla spiaggia.
“Amore, prevedo di passare molte ore a leggere qui” ho detto a Marco.
E invece non ci ho passato neanche un minuto.
Perché?
Ma perché la visuale dall’ampio balcone della mia camera (la 308) all’International hotel offriva ancora di più: non solo la bellezza selvaggia del monte San Bartolo a Sud, ma anche le spiagge infinite della Riviera Romagnola, il porto di Cattolica e più su, fino al grattacielo di Rimini.

Le sedie a sdraio in dotazione alla stanza costituivano un comodo sostegno alla contemplazione del panorama.
E se il balcone ha calamitato l’attenzione, anche la stanza merita qualche menzione, se non altro per la comodità del letto, per la funzionalità del bagno, per il grande specchio che occupa mezza parete e per il capiente armadio a tre ante, adatto a soggiorni ben più lunghi del mio weekend.
Quando però ho scoperto il solarium del sesto piano, mi sono definitivamente trasferita lì, in quell’ ampia terrazza perimetrata da sdraio e lettini di ogni tipo e convergente, al centro, in una vasca idromassaggio a foggia di lago montano, estremamente confortevole.
D’estate, il tutto sarà ingentilito da un colorato agrumeto, proprio a dimostrare la doppia anima dell’hotel International, con i piedi al mare, che si raggiunge con l’ascensore dall’albergo, e la testa alla collina.
L’Hotel International fidelizza la sua clientela: molte famiglie tornano anno dopo anno, attratte dalla cordialità del personale tutto e dall’offerta gastronomica, eccellente in qualità e quantità.
Il parrucchiere di fronte (ma siamo al centro di un borgo piccolo: tutto è vicinissimo), che mi ha chiesto dove alloggiassi, si è rallegrato molto della scelta: l’International Hotel è uno dei pochi alberghi di Gabicce a gestione ancora familiare.

La cucina, qui, parte dalle materie prime del luogo e non dai precotti di qualche discount, come spesso altrove.
Decisamente ce ne eravamo accorti!
Qui, tra buffet di verdure e crostini, primi teoricamente a scelta, in pratica “a somma” perchè i camerieri passano sempre con i vassoi per un assaggino, e i secondi freschissimi, si sta decisamente in Paradiso.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Su Viaggi e viaggetti c’è l’intero itinerario in sintesi

 

Precedente Fiorenzuola di Focara (PU) Successivo Baia Vallugola (PU)