Il B&B La Maison Galù di Itri (LT)

WP_20150518_011La Maison Galù, ovvero cinquanta sfumature di verde più qualcuna di blu.

Immaginate una collina tutta terrazzata, che domina una vallata rigogliosissima: lo sguardo si sperde fra alberi, prati, rare casupole, nuovi colli, fino a cogliere, stupefatto, il turchese intenso del mare che Ulisse solcò e poi, in lontananza, di nuovo un’altura, quella dell’isola di Ponza.WP_20150518_002

Nel digradare dei terrazzamenti, un architetto di interni ha creato ambienti diversi di un unico benessere: l’ampio pergolato, noto come “La dolce vite”, la zona colazione, con vezzosi tavolinetti, il solarium e, via scendendo, l’area relax con comode amache verdi, il giardino, la piscina, l’oliveto.

Non siamo in Provenza, come parrebbe suggerire il nome e, ancor di più, l’ambientazione: siamo in quel lembo di terra che separa la magica Sperlonga da Itri e la sua rocca, in un luogo che conserva ancora il fascino della costa d’Ulisse, ma non ne mutua i prezzi spropositati.

WP_20150518_007Appena arrivati a La Maison Galù, abbiamo capito subito che questa era una meta, non una sosta e abbiamo ripensato la nostra vacanza. Il posto, infatti, è troppo ameno per non viverlo a pieno: tra olive e uva fragolina, tra fichi d’India e fiori di ogni specie, è bello anche oziare.

Del resto, Gaeta, Formia, Campodimele, Sperlonga sono così vicine che non bisogna certo pianificare un viaggio per raggiungerle e viverle.

Le luci soffuse e l’atmosfera intima e rilassata che ci accolgono al rientro, dopo una giornata da turisti, fanno bene al cuore: due tiri al biliardo, qualche pagina in prestito dalla piccola biblioteca di La Maison Galù e poi subito a letto.

Il silenzio intorno, il materasso nuovo e comodissimo, la stanchezza accumulata nel giorno hanno congiurato per allungare i nostri sonni fino a nove o anche dieci ore. L’orologio che fronteggia il letto, adorabile nella sua simbolicità, è stato privato di lancette: al loro posto, due fili rossi si intrecciano in un cuore.

Qui i ritmi vitali li scandisce la natura, non il tempo.

E svegliarsi annusando l’odore buono delle torte appena sfornate predispone al buonumore. La colazione, infatti, in questo b&b è principesca. Tutto è pensato su misura: sul tavolo ci sono già le fette biscottate, le marmellate e le nutelline, unica concessione all’industria alimentare. Tre tipi diversi di pastarelle, nei loro piattini, ci vengono portati al tavolo da Carla, l’angelo di questo focolare; sul tavolo, invece, distinguiamo un’ampia scelta di biscottini, muffins, crostate e una torta Paradiso che dà nuovo senso al nome.WP_20150517_001

Dopo colazione, ci si attarda a chiacchierare o si torna in camera a godersi gli ampi spazi, l’arredamento rustico e la frescura.

L’ultimo punto del decalogo di comportamento di La Maison Galù chiede agli ospiti di “sentirsi a casa propria”: sì, ad avercela, una casa così!

Per conoscere le strutture in cui ho soggiornato, clicca qui.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Precedente La pizzeria steak-house La bisaccia di Sperlonga (LT) Successivo Sperlonga (LT)