Il ristorante Il portichetto a L’Aquila

Il buffet del ristorante Il portichetto di L'Aquila
Il buffet del ristorante Il portichetto di L’Aquila

Il ristorante Il portichetto di L’Aquila è un ritrovo di amici.
Gli avventori si danno del “tu” e scelgono le pietanze con rassicurante disinvoltura.
A me che chiedevo consiglio, hanno risposto in coro: “I primi qui sono tutti buoni”.
In attesa dell’amatriciana mi sono servita qualche sfizio al ricco buffet di verdura, che incoraggia ad un’alimentazione sana.20160927_133401

La scelta è da ristorante romagnolo: carciofi, peperoni gratinati o cotti a frittata, zucchine, cipolle, melanzane in due o tre ricette diverse, funghetti, olive verdi e nere, carote, fagiolini sono a disposizione in un tavolone al centro della grande sala che, se non ci fossero la televisione a muro e l’impianto dell’aria condizionata, sembrerebbe tratta da un film degli anni Novanta.

Particolari dal buffet del ristorante Il portichetto di L'Aquila
Particolari dal buffet del ristorante Il portichetto di L’Aquila

Infine è arrivata l’amatriciana, buona ma senza effetti speciali, abbondante senza sprechi, proprio come l’avrebbe cucinata una nonna attenta alla tradizione.

L'amatriciana del ristorante Il portichetto di L'Aquila
L’amatriciana del ristorante Il portichetto di L’Aquila

Tradizionale è anche il secondo, composto di carne grigliata e patate arrosto di contorno. Il risultato è affidato alla genuinità dele materie prime, non certo alla ricetta, che non prevede manipolazione alcuna degli ingredienti.20160927_135903
Il punto di forza de Il portichetto, per me, è il tiramisù freschissimo, morbido e cremoso che ha chiuso in maniera davvero soddisfacente il mio pranzo.

Il tiramisù del ristorante Il portichetto di L'Aquila
Il tiramisù del ristorante Il portichetto di L’Aquila

Si paga al bar, in una stanza adiacente.
20160927_141803E si paga il giusto: a Il portichetto di L’Aquila un pasto completo costa 18 euro.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Precedente Scherzetto di Domenico Starnone (40/16) Successivo Il libro dei Baltimore di Joel Dicker (41/2016)