Il ristorante Lago Verde di Scoppito (AQ)

altAoYvfLU80RbcJp9RsFg6m7xU9DihobajzL774e-u6c2zATTENZIONE: DAL NOVEMBRE 2016 I GESTORI SI SONO TRASFERITI A SANTI DI PRETURO.

Il ristorante Lago Verde di Scoppito sorge in un luogo ameno.

In questo primo giorno di aprile, i ciliegi che si offrivano al cielo come tanti divini bouquet, il sole caldo che giocava tra le nuvole, le acque placide del lago, promessa di pace, il prato costellato di margherite ad annunciare la fine dei rigori invernali, l’animo lieto per le vacanze pasquali appena inaugurate contribuivano a configurare il luogo come un vero paradiso terrestre, a due passi da L’Aquila eppure lontanissimo dallo smog, dal traffico, dal nervosismo, dal malumore che intristiscono la mia città.

Ad accoglierci, cordialissima, c’è la proprietaria.

Pur non conoscendola, siamo venute per lei.

Quando abbiamo scoperto, infatti, che, per l’ennesima volta, Il Re Gatto aveva cambiato gestione, abbiamo avvertito quel malumore sordo che sempre si prova quando improvvisamente vien meno la possibilità, sempre contemplata e sempre differita, di far qualcosa di piacevole che si credeva per sempre a portata di mano.

Sapevamo come rimediare.

Il team che allietò il nostro pranzo in quel ristorante, lungi dal disperdersi, aveva preso in gestione il Lago verde a Scoppito: bisognava sperimentare se, pur cambiando luogo, fossero confermate le doti culinarie già lodate allora.

pane carasao
pane carasao
Pizza
Pizza
Affettati
Affettati

Sono confermate, amici, confermatissime.

Molto buono l’antipasto in due tempi: affettati (tra cui spicca nel ricordo un salame tartufato di pura delizia) con pizza e zucchine grigliate (mai assaggiate così croccanti e squisite) con pane carasao.

Zucchine grigliate
Zucchine grigliate

Il vero punto di forza, però, sta nell’originalità dei primi.

Gli strozzapreti lardo e cacio della mia amica sono arrivati in tavola qualche istante prima del mio piatto: il tempo necessario per assaggiarne una forchettata, goderne a pieno e rimproverarmi in cuor mio di non averla imitata.

Questo, ovviamente, prima che il mio palato conoscesse il gusto irraggiungibile degli spaghetti coi ricci di mare. Non ne avevo mai mangiati, ma Lago verde è specializzato in cucina sarda e sa riprodurre i sapori insulari con una freschezza e un’intensità che lasciano senza fiato.

Strozzapreti lardo e cacio
Strozzapreti lardo e cacio

La mia pasta era semplicemente perfetta: succosi i pomodorini, squisita la polpa di riccio che si abbarbicava agli spaghetti, delizioso l’intingolo a cui ho dedicato una convinta scarpetta.

Le porzioni abbondantissime ci hanno impedito, per ora, di assaggiare la carne. Avremmo fatto a meno anche dei dolci, ma quando ci hanno proposto questo piatto di assaggi non siamo riuscite ad ignorarlo. Sono torte fatte in case, dal sapore inconfondibile della tradizione, e avrebbero meritato un appetito maggiore.

Dolcini per tutti i gusti
Dolcini per tutti i gusti

Il prezzo onestissimo (15 euro a testa) è un ulteriore invito a tornare e a consigliare agli amici questa paradisiaca realtà.

AMBIENTE: 9/10

CORTESIA: 9/10

QUALITA’ DEL CIBO: 9/10

GENEROSITA’ NELLE PORZIONI: 9/10

RAPPORTO QUALITA’- PREZZO: 9/ 10

Precedente Se mi vuoi bene di Fausto Brizzi (19/2015) Successivo Incontro con Giulia Alberico