Locanda Italia a Pizzoferrato (CH)

20160722_195517Marisa Palmieri, la proprietaria di Locanda Italia a Pizzoferrato, viziò talmente tanto i miei amici di Borghi d’Abruzzo riuniti al suo locale che non ho potuto fare a meno di andarci anche io.
E Marisa ha viziato anche me.20160722_201034
Vedete l’enorme piatto di salumi in foto?
è solo una porzione, eccellente per qualità e quantità. Tra l’altro, il pane di Pizzoferrato è di quelli bianchi e morbidi che mi mandano in visibilio.
20160722_202247Ah, se avessi previsto che, sempre nell’ambito del ricco antipasto, ci sarebbe stato servito un tris di bruschette da sogno, con salsa di asparagi, con tartufo e con pomodorini secchi ( in ordine inverso di gradimento), non ne avrei mangiato tanto, nè tantomeno avrei ordinato le olive all’ascolana (l’unico piatto di matrice industriale in un menu tutto genuino).

Immancabili, in provincia di Chieti, le pallotte cacio e ova.20160722_201458
Infine, il colpo di scena!
Polenta con cinghiale!
Squisita, insperata, extra menu, direttamente dalla tavola dei gestori di Locanda Italia. A Marisa è bastato sentirmi mentre dicevo a Marco che ne avrei avuto voglia per materializzarcene un buon piatto che ha azzerato la mia fame e ha mandato in visibilio le mie papille gustative.20160722_202948
C’è uno scotto da pagare per ogni cosa, però: purtroppo gli gnocchi con salsiccia e zafferano, gli agognati gnocchetti che avevo ammirato in mille foto dei miei amici e che erano deliziosi proprio come li avevo sognati, non mi andavano più.20160722_204831
Nè Marco, impegnato con le sue squisite tagliatelle con funghi e tartufo tagliato a fettine, poteva aiutarmi.
Nonostante ogni sforzo, sono andata via lasciando il piatto pieno e il rimpianto nel cuore. Eppure, anche da quel buon primo trascurato ho tratto un insegnamento: la curcuma e il pepe, infatti, lungi dall’essere già mischiati alla salsa, erano depositati in strisce sul bordo del piatto, in modo tale da permettere al cliente di vagliarne il sapore e dosarne le quantità.20160722_204848
La cena a Locanda Italia ci è costata 33 euro complessive.
Il panorama spettacolare del pizzo che si stempera al crepuscolo è fortunatamente gratuito: non sarebbe bastato un miliardo per pagarlo degnamente.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Precedente Pizzoferrato (CH) Successivo L'hotel Villa Danilo a Gamberale (CH)