L’orribile karma colpisce ancora di David Safier (26/16)

KarmaL’orribile karma colpisce ancora e mi lascia stupefatta di me stessa.
Di libelli così ne ho iniziati e abbandonati a centinaia nella mia vita di lettrice.
Questo l’ho ultimato, anche in tempi rapidi, pur ridendo di me stessa per il credito che stavo concedendo a una storia scritta e riscritta da David Safier.
Forse ha contribuito l’effetto alone: L’orribile karma della formica, infatti, mi strappò più di una risata e ho vanamente sperato che anche questa copia fuori tempo massimo serbasse un po’ del brio del libro precedente.
Forse avevo un bisogno estremo di storie sciacquacervello.
E non capisco neppure la frenesia che mi prende di parlarne nel mio blog: ho ancora decine di romanzi, letti e molto apprezzati quest’anno, che ancora aspettano di essere raccontati, o almeno schedati.

E invece dopo il finale ridondante e improbabilmente buonista di L’orribile Karma colpisce ancora ho quasi involontariamente acceso  il computer per fissare idee e suggestioni.
L’insegnamento di base è uno solo: “la gelosia sta all’amore come il Vesuvio sta a Pompei“.

Come ha ben spiegato Delerm, infatti, la felicità consiste nella non percezione della vita. Gli squilibrati protagonisti di L’orribile karma colpisce ancora, nelle loro continue reincarnazioni, scoprono la libertà da sè e dal proprio ego ipertrofico solo nella libertà del nuoto, da pesci, o del volo, da cicogne.
Come è semplice vivere senza percezione di sè e della propria unicità!

Miss Rose, la madre della protagonista, fu più felice come moglie poco amata, madre contestata e infine paziente oncologica confinata in un letto o come panda, forte, grintosa, promiscua?
E i nostri protagonisti, che furono belli e sani nella loro prima vita, in che vesti troveranno la felicità?
Se David Safier non annacquasse tutto cercando la battuta ad ogni costo i costi, compreso quello di risultare spesso greve, L’orribile karma colpisce ancora avrebbe davvero qualcosa da spiegarci.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Qui trovi invece la lista dei libri e degli autori di cui parlo nel blog

Precedente Vietri Sul Mare (SA) Successivo Paestum (SA)