Vietri Sul Mare (SA)

20160614_163833Vietri ha un’altezza sul livello del mare variabile da zero a cento. E noi eravamo a cento.
L’unico svantaggio era non poter toccare lo splendido mare che si apriva all’orizzonte tra le rocce aspre della costiera amalfitana.20160614_163925

Quanto al resto, arte e panorama, eravamo nel posto giusto.
Vietri sul Mare è un laboratorio di ceramica.

La trovi dappertutto: nelle botteghe di artigiani sulla piazza, nelle insegne dei locali del centro, nei trivi e nei quadrivi, vicino alle panchine e, soprattutto, nella Chiesa di San Giovanni, la cui cupola maiolicata  illumina lo skyline già dall’autostrada.


Per il resto, Vietri è, nel bene e nel male, un paese del Sud.20160614_163639
La splendida facciata della chiesa di San Giovanni ci si para innanzi fra due festoni di lenzuola stese ad asciugare.20160614_170116

Dal soffitto a cassettoni sono spariti gli ornamenti e ora incombe vuoto e triste, testimone muto di incuria e ruberie.20160614_170725
Il corso, stretto e in leggera pendenza, non è colonizzato da griffe famose, ma animato dalle botteghe della vita quotidiana: pollerie, drogherie, frutterie.
L’atmosfera strapaesana che stempera le emozioni di uno dei luoghi  più incantevoli d’Italia, almeno paesaggisticamente, invoglia allo shopping.20160614_163807
A 3 euro al chilo abbiamo acquistato delle enormi ciliegie polpose e saporitissime, con 2 euro ci siamo approvvigionati di arachidi per una vita intera e, in un crescendo parossistico, abbiamo acquistato sandali, borse, camicette e addirittura un vezzoso cappellino per la nipotina.
E, qui viene il bello, ancora non ce ne siamo pentiti!

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

 

Precedente Il ristorante La Fazenda a Camporosso (IM) Successivo L'orribile karma colpisce ancora di David Safier (26/16)