Il ristorante Il Cacciatore a Ovindoli (AQ)

20161211_143832Da venti anni ormai, quando andiamo ad Ovindoli, ci fermiamo a mangiare al ristorante Il cacciatore.
Il tempo ha sciupato il locale proprio come ha aggrinzito noi: i trofei di caccia che trionfavano sulle pareti sono più lisi e smorti, le posate più opache, i tavoli e le sedie più vissuti.
I cibi, al contrario, sono sempre freschissimi, ma cucinati secondo le stesse ricette della tradizione.
Per questo, per noi è rituale anche il menu: polenta per me, tartufo per Marco.

Bruschette di benvenuto al ristorante Il Cacciatore di Ovindoli
Bruschette di benvenuto al ristorante Il Cacciatore di Ovindoli

Stavolta siamo stati accolti con squisite bruschette di benvenuto: chi conosce i rigori di dicembre a Ovindoli immaginerà quanto siano gradite al tatto prima ancora che al palato queste coccole gastronomiche calde e ben condite.

La polenta del ristorante Il cacciatore di Ovindoli
La polenta del ristorante Il cacciatore di Ovindoli

La polenta non tarda ad arrivare: è servita sul vassoio tradizionale, tutto in legno, ed è una crema fatta di farina di mais macinata grossa, abbondantissimamente condita di sugo con spuntatine di maiale.
Una goduria!

Chitarra al tartufo
Chitarra al tartufo

Anche Marco è soddisfatto: sulla sua chitarra è stata grattugiata una quantità più che generosa di tartufo a scaglie, che rende decisamente appetibile anche il suo primo.

Le scaloppine al tarrtufo del ristorante Il Cacciatore di Ovindoli
Le scaloppine al tarrtufo del ristorante Il Cacciatore di Ovindoli

Per secondo, neanche a dirlo, chiediamo scaloppine al tartufo.
Sono saporitissime, così morbide e profumate, e sono tanto abbondanti che basta una porzione a soddisfare entrambi.
RIfocillati e appagati, ci accomiatiamo dopo aver versato il piccolo obolo: 32 euro complessivi per due primi, un secondo e una bottiglia d’acqua.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Precedente Al culmine della disperazione di Emil M. Cioran (23/1001) Successivo A cosa servono i desideri di Fabio Volo (45/16)