Le correzioni di Jonathan Franzen (32/1001)

Le correzioni di Jonathan Franzen (32/1001)

Con una certa vergogna ripenso che, dopo poche pagine di lettura, ho definito frettolosamente “una pizza” Le correzioni di Jonathan Franzen. Le descrizioni precise fino al dettaglio, esasperate anche dalla voce impostata di Vinicio Marchioni,... Continua »
L’ultima famiglia felice di Simone Giorgi (13/17)

L’ultima famiglia felice di Simone Giorgi (13/17)

L’ultima famiglia felice di Simone Giorgi è un romanzo millimetrico, che procede per scarti minimi fino alla conclusione. Nulla sembrerebbe cambiare nella vita del protagonista, Matteo Stella, personaggio realmente tragico perché schiavo di un’indole arrendevole... Continua »
Corpi estranei di Christian Rovatti (12/17)

Corpi estranei di Christian Rovatti (12/17)

Corpi estranei di Christian Rovatti (Giraldi editore) mi ha fatto pensare a Nick Hornby. La ricetta è molto simile: ottime citazioni musicali, sincerità sfacciata, flussi di coscienza briosi e politicamente scorretti, slang e bello stile alternati.... Continua »
La più amata di Teresa Ciabatti (11/17)

La più amata di Teresa Ciabatti (11/17)

C’era una gran folla ad ascoltare Teresa Ciabatti, sabato a Roma. Il suo romanzo, La più amata, non è piaciuto a tutti, ma non ha lasciato indifferente nessuno. La narrativa di qualità è caratterizzata, secondo... Continua »
Moll Flanders di Daniel Defoe (30/1001)

Moll Flanders di Daniel Defoe (30/1001)

Rimaneggiando Moll Flanders, uno sceneggiatore senza scrupoli avrebbe materiale per una decina di fiction diverse. La felicità inventiva di Daniel Defoe è tanta e tale che ogni poche pagine la situazione è completamente ribaltata. In... Continua »
Qualcosa di Chiara Gamberale (6/17)

Qualcosa di Chiara Gamberale (6/17)

L’ho cominciato tanto per leggere “qualcosa” e, inaspettatamente, Qualcosa mi è piaciuto. Chiara Gamberale ha trovato nell’apologo il suo modello narrativo ideale. Anche gli adulti hanno bisogno di fiabe. Qualcosa arriva direttamente al cuore, senza... Continua »
Therese Raquin di Emile Zola (26/1001)

Therese Raquin di Emile Zola (26/1001)

Therese Raquin è un romanzo claustrofobico. Il capolavoro di Emile Zola ci presenta, infatti, un’umanità stolida e sordida, incapace di uscire da se stessa e dalle proprie invereconde pulsioni, buia e chiusa come la casa... Continua »
Nessuno come noi di Luca Bianchini (3/17)

Nessuno come noi di Luca Bianchini (3/17)

Nessuno come noi, caro Luca Bianchini. Nessuno, fra i tanti che hanno scritto di scuola, ha saputo inventare insegnanti così credibilmente lontani dal duplice macchiettismo oggi in voga che ci vuole tutti scansafatiche o missionari.... Continua »
Lolita di Vladimir Nabokov (25/1001)

Lolita di Vladimir Nabokov (25/1001)

“Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lembi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo. Li.... Continua »