Il corpo grande di Francesca Mazzucato (42/16)

Cop MAZZUCATO_Il corpo grande.pdfJess Spring non esiste.
Esistono però tante Jessica Primavera, umiliate da un corpo troppo grande per gli standard della società e costrette negli stereotipi della Cicciona Buontempona o della Venere Dissoluta.
L’accettazione di sè passa per la scoperta che grasso non significa né brutto né malato.
Francesca Mazzucato ha studiato molto prima di scrivere per Giraldi Editore  Il corpo grande, fucina di informazioni più ancora che biografia impossibile di una modella oversize, che col suo gusto e la sua energia impone un nuovo modello di bellezza.
Ha scoperto così che il fatshon, il sentirsi alla moda proprio perché obesi, non è una perversione, ma una necessità.

Essere grassi non impone di vestire palandrane nere nè di rinunciare agli eventi mondani; essere grassi non confina nei reparti ospedalieri più di quanto succeda ai normopeso.
Lo stigma nei confronti degli obesi è l’ultima conseguenza della dicotomia platonica fra corpo e anima: se il corpo è lo scrigno imperfetto di un’anima divina, un corpo grande deve conseguentemente essere una prigione.
Non è così.
Ce lo insegna Jessica Primavera, in arte Jess Spring, con il suo sogno pervicace di essere una modella anche se le sue misure mal si conciliano con i canoni della moda.
Contro le immagini emaciate e photoshoppate che trionfano nelle copertine dei giornali, Francesca Mazzuccato propone un’eroina obesa, che prende in mano il proprio destino e decide di amarsi.
“Il mio corpo è stato definito goffo, spiaceole, brutto. e o hanno urlato per strada, sussurrato nei negozi, detto senza dirlo con sguardi di ferocia inaudita” racconta Jess Spring, la protagonista. Ma quello stesso corpo, valorizzato ed esibito, sarà il lasciapassare per una vita di successo.
Con uno stile duttile, che attinge ora alla lirica ora alla saggistica, Francesca Mazzucato ci narra, in Il corpo grande, una storia esemplare che non si esaurisce nella trama, ma scava nell’animo e rende più forti.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.
Abbiamo letto qualche libro in comune ultimamente? La lista dei miei la trovi qui!

Precedente La trattoria Don Ciccio a Sulmona (AQ) Successivo Il ritorno del soldato di Rebecca West (19/1001)