La casa di Federica a Corciano

WP_20151115_004Abbiamo scelto per le vacanze La casa di Federica a Corciano con un occhio alla cartina e uno ai tariffari.

Cercavamo un luogo a due passi dall’ospedale e dalla zona commerciale di Perugia che fosse contemporaneamente facile da raggiungere in macchina, silenzioso, ameno e non troppo costoso.

Ellera di Corciano, popolosa frazione di uno dei borghi più belli d’Italia, fa parte dell’hinterland perugino senza condividerne il caos.WP_20151114_002

Che La casa di Federica offrisse molto più di quel che cercavamo, però, l’abbiamo intuito al primo contatto con la proprietaria, Federica Bianchi, una donna gentile e appassionata, dotata di un estro artistico che, trasfuso nella sua casa, l’ha resa raffinata ma anche funzionale.WP_20151114_003

Ci siamo ritrovati, così, in una casa ricca di atmosfera, curata in ogni dettaglio, pulita, calda, accogliente e vitale.

La casa di Federica consta di una bella sala con angolo cottura, due camere, due bagni e, soprattutto, un meraviglioso giardino privato con ingresso indipendente che svincola il B&B dall’elegante condominio a due piani in cui è ubicato.WP_20151114_007

La sala e le camere hanno accesso diretto all’esterno e, perciò, sono luminose anche a novembre.

Ma, se il giardino e più ancora la dolce collina che ci si para davanti richiamano certi dipinti di PieroWP_20151115_003 della Francesca, l’interno ha il tocco caldo della Provenza. È questione di particolari: la tenda vezzosa in pizzo, le stampe color pastello alle pareti, i tappeti srotolati doviziosamente, gli specchi incastonati in preziose cornici, i mobili antichi che rivivono in nuovi colori e con nuove funzioni, i punti luce che sottolineano dolcemente certi dettagli, l’insieme, insomma, è armonizzato per donare a chi abita La casa di Federica una comoda, calda intimità.WP_20151115_001

Non ci sentiamo clienti, ma amici cari accolti con amore: non utilizziamo i coupon gratuiti per il cinema né i giochi da tavolo né la piccola biblioteca che arricchisce questa casa, ma ci fa piacere sapere che ci siano. Uno scaffale è dedicato alle guide turistiche, compulsando le quali scopriamo, e visitiamo, borghi insoliti: Solomeo, esempio di una nuovissima industria umanistica, Corciano stesso, Passignano.

E quando andiamo via, sappiamo che non sarà per sempre, perché un posto così rasserenante non può che diventare il punto di riferimento di ogni nuovo viaggetto in Umbria.

Per ulteriori curiosità, guarda il sito e la pagina Facebook di La casa di Federica.

Per conoscere le strutture in cui ho soggiornato, clicca qui.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Precedente Il foliage del Sirente Successivo Terapia di coppia per amanti di Diego De Silva (51/2015)