Il lago di Cingoli (MC)

WP_20150829_042Il lago di Cingoli è più giovane di me.

Quando sul sussidiario scoprivo l’essenza delle Marche, l’atlante fisico aveva una chiazza marroncina dove oggi trionfa il blu.

Solo negli anni Ottanta, infatti, si è deciso di costruire una diga che ostruisse al fiume Musone il suo cammino verso il mare, creando così un grande bacino idrico in provincia di Macerata.

La forma è insolita: senza foto dal satellite non potremmo mai abbracciare con lo sguardo i quattro tronconi di forma e dimensione diversa in cui il lago di Cingoli si dirama, ora ampio e tranquillo, ora sottile e limaccioso. Nei fatti, è sempre una sorpresa: sparisce quando ci aspettiamo di vederlo, ricompare all’improvviso dove ormai non lo aspetteremmo più.

Soprattutto all’imbrunire, quando la fittissima vegetazione dei colli che lo circondano si specchia tutta nel lago e le prime luci cominciano a riverberare in quel blu che man mano scurisce fino a confondersi nella notte, è incantevole guardarne le sponde e lodare l’ingegno umano quando sfida e vince la natura.

Due record mi rendono caro questo lembo di terra marchigiana: i lavori sono stati ultimati nei tempi prestabiliti e senza nessun aggravio di spesa. Per i solidi ponti, belli da vedere oltre che funzionali, non è andata esattamente così: è un dato di fatto, però, che una terra destinata dalla natura all’emigrazione e all’abbandono, grazie al lago di Cingoli, stia tornando a vivere di agricoltura e di turismo.

I ponti sul lago di Cingoli, visti dall'agriturismo Colle sul Lago
I ponti sul lago di Cingoli, visti dall’agriturismo Colle sul Lago

Noi non abbiamo trovato intasamenti né abbandono: sulle sponde e nei chioschi che costeggiano il lago c’era, a fine agosto, un numero congruo di turisti, quasi tutti giovani, qualche sparuto pedalò, due squadre di pallanuoto pronte a sfidarsi.

Il vecchio capannone della diga è stato invece destinato a miglior uso e ospita, da poco, un entusiasmante museo del sidecar, unico al mondo, che presto attrarrà sulle sponde del Lago di Cingoli tutti gli amanti di cinema e di motori.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Su Viaggi e Viaggetti troverai invece l’intero itinerario in sintesi

Precedente Il Camping Village Girasole a Marina Palmense (FM) Successivo La pizzeria Mickey Mouse a L'Aquila