Il ristorante La perla dell’Adriatico a Porto San Giorgio (FM)

Si chiama La Perla dell’Adriatico, ma noi la chiamiamo confidenzialmente La Pentolaccia.
Ed è il punto di riferimento gastronomico indiscusso ogni volta che transitiamo davanti al casello di Porto San Giorgio.
Non c’è amico con cui abbiamo condiviso il desco che non sia poi tornato autonomamente più e più volte.

Il locale
Il locale non ha in sé grandi attrattive né demeriti evidenti: si trova a due passi dal porto ma non sul mare, è spazioso senza essere ricercato.
La cucina, invece, soddisfa fino alla commozione.
Ormai è un riflesso condizionato: a venti chilometri di distanza l’immaginazione si attiva e l’idea della pentolaccia di La Perla dell’Adriatico a Porto San Giorgio si fa strada fino al palato ed attiva l’acquolina.

Gnocchi, spaghetti o pasta corta?
Anche solo scrivendone mi torna il desiderio del piatto tipico, un’insuperabile padellata colma di crostacei freschissimi  sposati agli gnocchi.
Sulla tipologia di pasta, in realtà, le opinioni divergono: ci sono i fans degli spaghetti, pronti a giurare che il condimento in questo modo si assorbe completamente, i teorici della pasta corta, che amano scovare tutto il pesce insinuatosi negli spazi vuoti delle mezze maniche o dei rigatoni.
Non ascoltateli: sono gli gnocchi i partner migliori per un’accoppiata vincente. Ammassati e cotti sul momento, si sposano con il ricco condimento del pesce e creano un insieme indimenticabile.

Che cos’è la pentolaccia?
La pentolaccia è una via di mezzo fra un primo molto condito e un brodetto fatto bene: dall’uno prende l’attenzione alla qualità della pasta e ai tempi di cottura, precisi al secondo, dall’altro l’enfasi offerta al pesce appena pescato. C’è di tutto: gamberi, gamberoni, cozze, vongole, granchi, panocchie.
Chiudono il cerchio i crostini piccanti da immergere nell’intingolo superstite per una overdose di gusto.
Ce n’è in quantità, non temete.
La prima volta, non conoscendo la generosità della cuoca, avevo ordinato anche un secondo, che ho portato via intonso e che ha tormentato con il suo profumo irresistibile tutto il viaggio di ritorno.
A casa, ha confermato la sua stretta parentela con la magnifica pentolaccia di cui sopra.
La Perla dell’Adriatico è attenta anche alle esigenze dei celiaci: la pentolaccia di mamma, infatti, non aveva nulla da invidiare alla nostra!

Pentolaccia per celiaci a La Perla dell’Adriatico a Porto San Giorgio

Per sperimentarla, non è neanche necessario pagare uno sproposito: tre pentolacce, acqua e caffè ci sono costati solo 52 euro complessivi.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Precedente Fico Eataly World a Bologna Successivo Incontro con Paolo Genovese