L’Hotel Regina a Lido di Camaiore (LU)

WP_20150723_050

 

L’Hotel Regina di Lido di Camaiore vanta un’eleganza senza tempo.

Dalla modernità ha carpito tutto ciò che è funzionale: l’aria condizionata efficientissima, il wi-fi, l’ascensore che va dalla hall alla terrazza panoramica del quarto piano.

Se ci fossero anche una piscina e un parcheggio interno, la struttura sarebbe a cinque stelle.

Se ci fosse anche un frigobar, la camera sarebbe perfetta.WP_20150718_008

Dal passato prossimo della Versilia, l’hotel Regina ha mutuato l’architettura solida, l’imponente scalinata d’ingresso, i divani verdi della hall, i vezzosi tavolinetti all’esterno, ma soprattutto la cordiale deferenza verso il cliente: la governante italiana che rassetta la stanza ogni volta come se fosse la prima, la giovane e dolcissima cameriera che esaudisce ogni desiderio prima ancora che venga espresso, il cuoco che ci vizia al mattino con crepes preparate al momento e alla sera con sfiziose cenette (quache esempio nella gallery in fondo), i receptionist preparati e cordiali lavorano tutti con serietà e passione.WP_20150723_054

Dalla Toscana, culla di civiltà e patria d’arte, l’Hotel Regina ha preso invece l’estro e il culto del bello: le camere qui sono affrescate con figure sinuose e moderne (si gioca in casa: l’artista, a cui si devono anche le istallazioni della sala da pranzo, è il fratello del proprietario) e i numerosi quadri riproducono scene di vita versiliana.WP_20150718_009

Il mare è a due passi: dalla mia camera lo vedo estendersi all’infinito, ma non ho voglia di occupare l’ombrellone con sdraio che l’Hotel Regina riserva gratuitamente ai suoi clienti nel vicino bagno Sodini. Non mi allettano nemmeno le belle biciclette a nostra disposizione.

Di giorno sto in camera, al fresco, o visito i luoghi ameni qui intorno.

Aspetto la sera per mescolarmi alla folla elegante e soddisfatta che passeggia nella via principale: all’Hotel Regina bastano quei cinquanta metri di distanza dal lungomare perché il frastuono della movida non arrivi a turbare la quiete. Di notte soprattutto, mi piace salire in terrazza, sdraiarmi su un lettino a contemplar le stelle o sedermi a leggere su un divanetto mentre la brezza marina, finalmente, arriva a lenire il calore del giorno.

Mi sento una regina, qui all’hotel Regina.

Per conoscere le strutture in cui ho soggiornato, clicca qui.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

 

Precedente La casa di Pascoli a Castelvecchio di Barga (LU) Successivo Incontro-spettacolo con Nino Frassica