Crea sito

Lo Scoiattolo, rifugio enogastronomico di Lorica (CS)

Di Lo Scoiattolo, rifugio enogastronomico, mi ha attratto innanzitutto il nome.
Lo immaginavo nascosto nel fitto del bosco che si specchia sul Lago Arvo come un vispo scoiattolino che, al posto delle ghiande, custodisce e serba tesori gastronomici antichi.
Non mi ha scoraggiato neppure il fatto che il navigatore ipotizzasse l’assenza di strade battute per raggiungerlo ed ero ben disposta a fare qualche metro nella frescura per conoscerlo.
Fortunatamente non è stato necessario: la strada c’è, il parcheggio pure.
La tentazione di mangiare fuori, dove il blu balugina nel verde, era grande, ma la presenza di qualche cane libero fra quei confortevoli gazebo l’ha sopita ben presto.

Le fettuccine ai funghi porcini

Tagliatelle ai porcini di Lo Scoiattolo

Quasi mi dispiaceva, non aver fame e non poter fare onore al posto.
Sul menu scritto a mano (concessione alle normative antiCovid o abitudine del luogo? non saprei) abbiamo selezionato un solo primo e un solo secondo da dividere fra noi.
Le fettuccine ai funghi porcini dovrebbero essere il piatto tipico del rifugio enogastronomico Lo Scoiattolo.
Per questo, mi aspettavo molto di più in quantità e qualità. Nel piatto, solo poche scagliette di fungo, appena scottate, quasi crude, e quindi in contrasto con la salsa che avrebbe dovuto armonizzarli con le tagliatelle.
Bianca la pasta ammassata senza uovo, bianco il condimento, e i funghi troppo radi anche solo per screziare l’insieme: nell’insieme, per i miei gusti, un piatto non bello da vedere e non sfizioso da assaggiare

Millefoglie alla Silana con patate mpacchiuse

Millefoglie alla Silana con patate mpacchiuse

La Millefoglie alla Silana, invece, è di una bontà esagerata.
è uno di quei piatti che al primo boccone ti entusiasmano, al terzo ti saziano, al quinto ti piegano.
Si susseguono a strati, arrostite, una salsiccia piccante della Sila, una fetta di caciocavallo filante, una di pomodoro fresco, di nuovo salsiccia, di nuovo caciocavallo. Immaginate che danza per le papille gustative!
Che contorno aggiungere a questo piatto così muscolare?
Un’insalatina?
Giammai, a Lo Scoiattolo (e a me che scelgo) piace vivere pericolosamente.
Faccio così la conoscenza con le patate mpacchiuse, fritte con cipolla e abbondante guanciale. Una vera goduria!
Il conto finale è stato di 21 euro complessive perdue coperti, un primo, un secondo e una bottiglia d’acqua.

Se hai gradito quel che hai letto, regalami un sorriso cliccando “mi piace” sulla mia pagina Facebook

Nella pagina “I luoghi che ho visto” troverai tutti i luoghi che ho raccontato sul blog.

Se cerchi ispirazione, ti invito a visitare anche la pagina Ristoranti e pizzerie

Pubblicato da Benedetta Colella

Sono Benedetta, quarantenne aquilana innamorata del mondo. Per contatti e collaborazioni, potete scrivermi a benedettacolella(at)gmail.com